Curriculum vitae da Badante

Scopri come scrivere un curriculum da badante perfetto

Ottieni oggi il tuo CV da badante

Modello di curriculum vitae da Badante

Idee e consigli per il curriculum da Badante

Quella della badante è una figura fondamentale all’interno della società italiana. Assumere un/a badante può veramente migliorare la qualità della vita della persona che ne ha bisogno e di tutta la famiglia.

Nel mondo frenetico di oggi, diventa spesso impossibile per le famiglie italiane provvedere ai bisogni dei propri cari con le cure necessarie. A volte è una questione di tempo, ma prendersi cura di anziani e di chi ha bisogno di assistenza richiede anche abilità, attitudini e formazione specifiche.

In questo articolo scoprirai come far risaltare le tue qualità caratteriali e professionali per ottenere un colloquio per un lavoro da badante. Ricorda che senza un CV ben scritto è quasi impossibile farsi contattare per una posizione.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato

Cronologico inverso

Design

Tradizionale

Foto

Non obbligatoria ma gradita

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Informazioni personali e di contatto
  • Sommario iniziale
  • Esperienza professionale
  • Referenze
  • Qualifiche e certificazioni

    Opzionali:

  • Educazione scolastica e universitaria
  • Lingue
Lunghezza del CV

1 o 2 facciate A4

Formato

Il formato di un CV deve sempre essere scelto in base al campo in cui si opera e al futuro datore di lavoro e non in base alle proprie preferenze personali.

Il settore delle badanti è uno tradizionale, e il formato del curriculum deve riflettere questa tendenza. Per questo, il formato più adatto è quello cronologico inverso.

Design

Quando si tratta di badanti, il design dovrebbe rimanere semplice e tradizionale. A differenza di disegnatori web e architetti, i/le badanti non devono usare il curriculum come prova delle proprie abilità creative e fantasia. Al contrario, l’intenzione è che il lettore trovi facilmente e rapidamente le informazioni di cui ha bisogno (esperienza, affidabilità, etc.)

Colori ed elementi di design devono quindi essere evitati o ridotti al minimo per agevolare la lettura. Optare invece per il bianco e nero e linee semplici.

Foto

A differenza di settori come quello teatrale e cinematografico, nella maggior parte dei casi la foto non è necessaria e si può usare lo spazio sulla pagina per sottolineare le proprie qualifiche. Considera inoltre che agenzie e imprese oggigiorno cercano di evitare dove possibile tutto ciò che possa creare discriminazione sul lavoro, incluse le foto.

Chi però invia CV a privati può considerare l’idea di aggiungere una fotografia. È infatti vero che dà un tocco personale e può ispirare fiducia nelle famiglie che cercano qualcuno che si prenda cura dei loro cari.

Se invece stai scrivendo un curriculum da badante con il modello europeo (Europass), ricorda che questo formato non prevede l’inserimento di foto.

Come organizzare le sezioni

L’ordine delle sezioni di un curriculum da badante deve servire lo scopo di sottolineare e far risaltare i punti di forza del candidato. Allo stesso tempo e come abbiamo già visto, i datori di lavoro cercano soprattutto esperienza, professionalità, e affidabilità.

Queste caratteristiche vengono identificate facilmente nelle seguenti sezioni:

  • Informazioni personali e di contatto. Se sei automunito e/o disponibile solo in certi giorni e orari, ricordati di aggiungerlo
  • Sommario iniziale. In un paio di righe, sottolinea le tue qualità professionali più attraenti
  • Esperienza professionale
  • Referenze. Questa sezione di solito è facoltativa ma vista la natura delicata del lavoro, è bene aggiungerla
  • Qualifiche e certificazioni. Aggiungi solo quelle rilevanti per il profilo di badante

Lunghezza del CV

Come la maggior parte dei mestieri, il/la badante richiede un curriculum di massimo 2 facciate A4, preferibilmente una sola.

Sezioni di un CV per Badante

Come già accennato, le occupazioni precedenti, le referenze e le certificazioni hanno la priorità per i/le badanti. Questo perchè contribuiscono a creare un profilo professionale chiaro e completo.

Esperienze professionali

Come il nome suggerisce, il formato cronologico inverso vuole che il candidato vada a ritroso nella propria carriera e riporti le posizioni occupate partendo dall’attuale lavoro o quello più recente.

È importante indicare con chiarezza il luogo, agenzia, e date in cui si è stati impiegati per tutte le voci della sezione. Omettere però indirizzi e nomi di famiglie presso le quali si ha lavorato per questione di privacy.

Riferimenti

Molti sostengono che niente funzioni meglio del passaparola quando si cerca un impiego. Le referenze sono la cosa più simile che si possa trovare in un curriculum.

Assicurati di metterti in contatto in anticipo coi tuoi precedenti clienti o datori di lavoro per confermare che siano disponibili a darti le referenze.

Certificati e corsi

Il/la badante spesso deve fare molti lavori allo stesso momento. Un po’ infermiera, un po’ assistente sociale, un po’ massaia e a volte anche educatrice, la badante ha sicuramente una serie di abilità diverse che può usare al bisogno.

Certo, le agenzie spesso sono specializzate in un certo tipo di assistenza. Se si riesce a provare le proprie capacità con certificati e qualifiche si ha sicuramente un piede nella porta.

Dagli studi da educatore al primo soccorso, ci sono molti corsi di preparazione che possono fare la differenza per un/a badante.

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Le parole sono importanti in un CV da badante. Un buon curriculum è uno che usa parole che ispirano fiducia e professionalità e che dimostrano che il candidato ha lavorato nel settore con successo.

Una cosa da tenere in considerazione quando si fa domanda come badante è il lettore. Gli addetti alla selezione personale di un’agenzia sono professionisti esperti nelle risorse umane che sanno come trovare le informazioni che cercano in un curriculum. Hanno pochi secondi da usare per ogni CV che leggono e conoscono il gergo del mestiere alla perfezione.

Se fai domanda per un’agenzia, concentrati su parole-chiave specifiche e sull’ottimizzare il documento per una lettura veloce. Per esempio, prova a usare gli elenchi puntati.

I privati, invece, possono non essere tanto esperti nell’analizzare un curriculum. Se ti candidi direttamente con una famiglia, cerca di aiutare il lettore a individuare le informazioni fondamentali. Scrivi frasi concise e prova a usare il grassetto.

Parole-chiave da usare

  • Assistenza
  • Sicurezza
  • Paziente
  • Faccende
  • Igiene
  • Medicine
  • Ospite
  • Deambulazione
  • Cura
  • Segni vitali
  • Qualità della vita
  • Preparazione
  • Comprensione
  • Disabilità
  • Aiuto
  • Pazienza

Verbi d'azione

  • Aiutare
  • Assistere
  • Documentare
  • Affidare
  • Ascoltare
  • Rallegrare
  • Riportare
  • Somministrare
  • Relazionarsi
  • Riordinare
  • Monitorare
  • Preparare
  • Comunicare
  • Lavare

Esempi di CV per Badante

Per candidarsi come badante per persone anziane

Persona allegra e paziente con oltre 8 anni di esperienza si offre come badante a domicilio per persone anziane. Esperta nella cura di anziani con problemi di deambulazione e neurologici.

Scrivi oggi il tuo curriculum da badante
  • Cura
    e igiene della persona anziana
  • Preparazione
    pasti
  • Corso
    per assistenti familiari (2013)
  • Ottime
    referenze

Per candidarsi come assistente in casa di riposo

Con più di 4 anni di esperienza alle spalle, cerco lavoro come assistente agli ospiti in case di riposo. Corsi specialistici, massima professionalità e cordialità.

Ottieni il tuo CV da badante ora
  • Corso
    OSS (2015)
  • Disponibile
    per lavoro a turni, anche notturni
  • Esperienza
    in strutture per anziani e per affetti da Alzheimer