Capacità e competenze organizzative cosa scrivere

Se avete scelto di utilizzare il formato Europass per il vostro curriculum vitae, potreste trovarvi a dover affrontare alcuni dubbi su come compilare le diverse sezioni riguardanti alle competenze, ad esempio le capacità e competenze organizzative, le competenze comunicative e le competenze digitali, per nominarne solo alcune. In questo articolo ci proponiamo di fornirvi spunti, idee ed esempi per compilare questa sezione al meglio e superare il famoso panico della pagina bianca!

Continuate a leggere anche se non utilizzate il curriculum europeo ma un altro modello di cv: anche se non dovete descrivere le vostre competenze come fareste per il modello europeo, dovete comunque inserire le vostre competenze, anche se in maniera più sintetica, ad esempio utilizzando un elenco puntato.

Il Cv rappresenta il primo contatto che si stringe con il proprio possibile futuro datore di lavoro, pertanto deve riuscire a rappresentarci al meglio, illustrando il nostro percorso professionale e formativo in maniera dettagliata, e allo stesso tempo deve essere il più corto e sintetico e possibile. Non sembra facile, vero?

Attirare l’attenzione: competenze organizzative e gestionali

In un documento così sintetico e fitto di informazioni, ogni parola è estremamente importante ed è fondamentale riuscire ad attirare l’attenzione di chi legge già dalle prime righe.

Non è un segreto, infatti, che se chi legge il curriculum è annoiato già dalle prime righe, il cv prende la via del cestino in pochi secondi. Sono solo pochi istanti, ma sono decisivi per la vita lavorativa del candidato e per il suo futuro. Bisogna quindi porre la massima attenzione in ogni parola che si scrive e non lasciare assolutamente nulla al caso. Dopo la prima impressione, un’altra cosa molto importante, che si tende spesso e volentieri a prendere sotto gamba è la struttura: deve essere lineare e molto ben organizzata.

Se utilizzate il cv Europass non avrete questo problema, ma dovrete comunque prestare attenzione a compiere le vostre modifiche correttamente e a fare attenzione ad ogni dettaglio: le spaziature, i caratteri, i grassetti ed i corsivi.

Le competenze organizzative e gestionali fanno parte delle competenze trasversali di un candidato: non sono fondamentali come la formazione scolastica o l’esperienza lavorativa, ma possono assolutamente fare la differenza! Queste capacità possono essere dimostrate sia in ambito professionale che in ambito formativo.

Ogni parola conta: come esprimersi al meglio?

Le competenze organizzative e gestionali nel cv devono essere inserite in modo sintetico, dettagliato, ma anche creativo! Non dimentichiamoci che dobbiamo evitare assolutamente di essere banali e dobbiamo, nei limiti del possibile, esprimere la nostra creatività.

al bando dunque le solite frasi standard e super scontate come attitudine alla leadership o buon senso organizzativo! Come esprimersi al meglio? Quali sono le capacità gestionali maggiormente richieste?

Prima di porsi questa domanda, tuttavia, è utile chiedersi: quali sono le mie capacità gestionali? Nel cv non dobbiamo infatti assolutamente mentire e ripetere a pappagallo qualcosa che ci hanno consigliato o che abbiamo letto in rete!

Il primo lavoro da compiere è dunque su se stessi: una bella riflessione per capire quali sono le nostre attitudini e capacità, come le abbiamo maturate, e cosa abbiamo da offrire al mondo del lavoro!

Detto questo, ecco una lista di capacità organizzativo-gestionali da inserire nel cv tra le più richieste nel mondo del lavoro:

  • capacità di lavorare in gruppo
  • empatia e flessibilità
  • capacità di lavorare in autonomia
  • organizzazione e gestione del tempo
  • pianificazione e gestione di progetti
  • rispetto delle tempistiche date
  • buona resistenza allo stress

Le competenze gestionali e organizzative sul cv Europass

Se utilizzate il formato Europass, non potrete limitarvi ad un elenco puntato di capacità, ma dovrete inserire una parte discorsiva non troppo sintetica, all’incirca di 6-7 righe. L’idea di dover compilare una sezione così corposa solamente con le vostre competenze gestionali potrebbe spaventarvi: spesso è difficile capire cosa ci viene realmente chiesto e non sappiamo cosa si aspetta il selezionatore da noi: staremo scrivendo la cosa giusta?

La cosa peggiore da fare è inserire frasi scontate e standard giusto per riempire questi vuoti. Se proprio non sapete cosa scrivere, potete benissimo anche fare una cosa che vi sembrerà strana: eliminate completamente la sezione! Siamo sicuri che avete delle competenze organizzative, ma se non vi viene in mente niente per una determinata sezione, potete benissimo eliminarla a piè pari!

Meglio un cv sintetico e denso di contenuto che uno lungo tre pagine e pieno di frasi standard e di poco significato.

Competenze organizzative nel cv: quali inserire?

La buona notizia delle competenze organizzative è che sono capacità completamente trasversali, il che significa che possono essere acquisite in una miriade di modi. Avete capito bene, questa è un’occasione anche per tutti quelli che non hanno molte esperienze professionali ma hanno comunque maturato ed acquisito tutto un determinato set di competenze in altre circostanze: come ad esempio periodi di volontariato, progetti scolastici o esperienze all’estero. Ogni cosa che è stata in grado in qualche modo di arricchirci deve essere inserita nel curriculum vitae. Potete ad esempio aver acquisito delle capacità organizzative anche durante un lavoretto estivo presso a dei centri estivi o in un bar. Tutto fa brodo, come si dice!

Consigli utili per compilare la sezione delle competenze organizzative nel cv

Prima di tutto, dovete assicurarvi di individuare le competenze richieste nel particolare ambito lavorativo ricercato. Perchè questo step è molto importante? Ogni ambito lavorativo ha delle richieste e competenze diverse: non dovete mentire ed inserire competenze che non avete, ma in questo modo potrete decidere di evidenziare alcune capacità rispetto ad altre. Anche se ritenete tutto il vostro elenco di capacità e competenze relazionali nel curriculum, spesso non è così ed un elenco più corto ma più pertinente farà più bella figura.

In secondo luogo, se rispondete ad un’offerta di lavoro, dovrete anche verificare che le abilità ricercate siano le stesse che potete offrire voi. Se pensate di non possederle tutte, candidatevi comunque lo stesso, non si sa mai, potreste scoprire di avere abilità che nemmeno immaginavate.

Less is more. Se il lavoro per il quale vi candidate non necessita di competenze specifiche, non sforzatevi in tutti i modi di inserire qualcosa: piuttosto eliminate questa sezione e spostate il focus su altre tipologie di competenze.

Esempio di competenze organizzative e gestionali

Se volete compilare questa sezione del cv in formato europeo, dovrete anche usare un certo linguaggio. Ecco un esempio di come scrivere questa sezione:

Grazie alle mie pluriennali esperienze professionali durante le quali mi è stato richiesto di gestire autonomamente le diverse attività rispettando le scadenze e gli obiettivi prefissati sono ora in grado di organizzare il mio lavoro in modo autonomo.

Ho acquisito la capacità di lavorare sotto pressione ed in momenti di forte stress durante le mie esperienze di sales assistant in diversi negozi, durante le quali ho dovuto gestire esperienze di relazioni pubblico/clientela.