CREA IL TUO CV ONLINE

Lavorare in Germania

Una guida per trasferirsi e cercare lavoro in Germania
Template CV

L’Italia è in crisi economica ormai da anni e, a causa del coronavirus, molti temono che la situazione non migliorerà in un futuro prossimo.

Per fortuna, l’Unione Europea garantisce libertà di movimento ed emigrazione tra Paesi europei e molti giovani italiani (e anche meno giovani) ne stanno approfittando per farsi una nuova vita all’estero.

La Germania è una delle destinazioni più gettonate grazie a un’economia florida, un sistema di servizi invidiabile e le leggi a favore dell’immigrazione. Considera che il salario medio nel 2014 era di più di 41 mila euro lordi l’anno. È facile costruirsi un futuro in Germania se si sa da dove iniziare.

In questo articolo troverai informazioni utili e pratiche sul lavoro in Germania e consigli riguardo a:

  • Trovare lavoro in Germania
  • I documenti necessari per trasferirsi
  • Dove andare a vivere in Germania
  • Come lavorare in Germania

Come trovare lavoro in Germania

L’economia tedesca è sempre stata abbastanza stabile. È la maggiore potenza industriale europea e la quarta nel mondo e ha uno dei livelli di disoccupazione più bassi dell’intero continente, soprattutto tra i giovani. Eppure, se non si sa dove cercare e non si ha un curriculum adatto al mercato tedesco sarà difficile approfittare delle molte opportunità tedesche.

Ecco le risorse tradizionali per capire dove cercare lavoro in Germania:

  • I centri di collocamento specializzati per l’estero della rete Zentrale Auslands – und Fachvermittlung (ZAV)
  • I servizi europei per l’impiego (EURES)
  • La sezione delle offerte di lavoro nei giornali stampati e online come SZ – Sueddeutsche Zeitung e FAZ – Frankfurter Allgemeine Zeitung
  • Le piattaforme web specializzate nella pubblicazione di annunci, per esempio Stepstone, Jobboerse, Stellananzeigen e Experteer

Certo, la ricerca si sta spostando sempre più online anche in Germania. Per questo, non dimenticarti di LinkedIn e delle migliore strategie per trovare lavoro sul web.

Posso fare un tirocinio in Germania?

I più giovani e coloro che desiderano cambiare carriera possono pensare a lavorare in Germania con un tirocinio. Spesso, gli stage e le formazione professionali sono anche parte obbligatoria dei corsi universitari.

Un’esperienza all’estero ha molti vantaggi, sia dal punto di vista linguistico che da quello professionale e, una volta messa sul curriculum, proverà spirito d’iniziativa e indipendenza.

Ecco dove si può cercare lavoro in Germania per tirocinanti:

  • La Zentrale Auslands und Fachvermittlung ha una banca dati specificamente create per le offerte di tirocinio
  • Siti specializzati come unicum, Praktikumsanzeigen, Praktika
  • Uffici e agenzie che organizzano scambi giovanili con l’estero, come Ciao-tschau, International Association for the Exchange of Students for Technical Experiences (IAESTE), il portale della Camera di Commercio tedesca IHK-Praktikumsportal

Come trasferirsi in Germania

Per andare in Germania in vacanza, tutto quello che serve è un biglietto aereo e la carta d’identità italiana o il passaporto. Si ha anche accesso alle cure mediche di base in caso di emergenza perciò non ci si deve neppure preoccupare dell’assicurazione sanitaria.

Detto questo, trasferirsi e lavorare in Germania è un altro paio di maniche. Dopotutto, è sempre un cambio radicale e bisogna adattarsi a un nuovo sistema.

Ecco i passi burocratici da prendere per trasferirsi ufficialmente o rimanere in Germania per lunghi periodi:

  • Una volta trovato un affitto, registrati all’Anagrafe del comune dove vai a vivere (la registrazione si chiama Standesamt). Questo passo è obbligatorio a partire dai 3 mesi di residenza in Germania e ti permetterà di ricevere il codice fiscale tedesco.
  • Dopo 6 mesi, devi iscriverti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) presso il Consolato italiano in Germania. Questo ti permetterà, per esempio, di votare all’estero.

Quali documenti sono richiesti per trasferirsi in Germania?

Per poter completare i passi spiegati sopra e ottenere il codice fiscale tedesco, avrai bisogno di diversi documenti. Alcuni li potrai portare direttamente dall’Italia, altri dovranno essere richiesti in Germania. Ecco un elenco:

  • Carta d’identità
  • Contratto d’affitto in Germania o lettera di presentazione della persona che ti ospita
  • Certificato di matrimonio e certificato di nascita dei figli

Il codice fiscale tedesco è necessario per aprire un conto in banca e ottenere contratto di lavoro in Germania perciò deve essere considerata una priorità.

Per l’iscrizione AIRE avrai bisogno di:

  • Dichiarazione personale scaricata dal sito del Consolato
  • Certificato di residenza in Germania
  • Carta d’identità italiana

Per trovare lavoro, è poi necessario avere il tuo curriculum aggiornato e ottimizzato per il mercato del lavoro tedesco.

Dal 2009, il governo tedesco ha reso obbligatoria l’assicurazione sanitaria (pubblica o privata) per tutti coloro che vivono in Germania. La patente italiana è valida anche in Germania.

Lavorare in Germania senza sapere il tedesco

Certo, cercare lavoro senza sapere la lingua locale non è ideale, né in Germania né altrove. Però, se si gioca bene le proprie carte, è possibile trovare un impiego in Germania senza parlare tedesco.

Prima di tutto, è importante individuare i settori dove si parla inglese. Ecco alcuni esempi:

  • Il mondo informatico e digitale sta vivendo un momento di grande crescita. Queste aziende di solito richiedono un livello alto di inglese ma spesso non è necessario sapere il tedesco.
  • Professionisti creativi e artistici come il fotografo, il pittore, il musicista e l’attore spesso si muovono in ambiti internazionali in cui il tedesco dà una marcia in più ma non è essenziale.
  • Ci sono poi settori dove l’italiano è apprezzato, come l’assistenza clienti per aziende che operano nel settore italiano, il lavoro come au pair, o le imprese gastronomiche e di ristorazione gestite da italiani.
  • È poi possibile trovare mansioni non specializzate senza sapere il tedesco, per esempio nelle fattorie. In questo caso, però, spesso si tratta di lavori stagionali e retribuiti parzialmente con vitto e alloggio.

Anche se non si parla tedesco, apprendere formule standard di saluto e conversazione non ti aiuterà solo nella vita quotidiana ma anche in sede di colloquio. Se poi ti iscrivi a un corso di lingua, i datori di lavoro riconosceranno che hai spirito di iniziativa e voglia di imparare.

In ogni caso, è fondamentale non mentire sul curriculum e includere solo le lingue che realmente si è in grado di parlare sul lavoro.

Dove trasferirsi in Germania

Decidere dove spostarsi per lavorare in Germania è un ragionamento del tutto personale. Ecco alcuni fattori da considerare:

  • La lingua. Se è vero che è possibile trovare lavoro in Germania senza sapere il tedesco, è anche vero che la geografia influisce. Grandi città come Berlino, Francoforte Monaco di Baviera sono ideali per chi desidera un lavoro in inglese mentre le piccole cittadine potrebbero essere più difficili.
  • Il settore. Chi desidera un impiego nell’ambito portuale sceglierà Amburgo mentre chi è alla ricerca di un luogo con una forte influenza italiana nelle aziende e nella comunità locale preferirà Ludwigshafen, Mannheim o Memmingen.
  • Il costo della vita. Questo può variare moltissimo ma come considerazione generale, la parte est della Germania è più economica dell’ovest.

Ci sono poi le preferenze personali: chi ama bar e ristoranti, per esempio, apprezzerà Friburgo.