Errori più comuni nella lettera di presentazione

Gli errori da evitare nella lettera di presentazione

Dopo aver visto quali sono gli errori più comuni presenti nel curriculum vitae e gli errori da evitare assolutamente nel cv passiamo a vedere quali sono gli errori da non commettere nella lettera di presentazione.

Ma prima di vedere gli errori della lettera di presentazione facciamo una piccola premessa e vediamo a grandi linee cos’è una lettera di accompagnamento.

Cos’è una lettera di presentazione? Si tratta di una lettera nella quale ci si presenta alle aziende, come dice anche il nome, e una lettera che accompagna il proprio curriculum vitae. Rappresenta quindi una modalità per stabilire un primo contatto con i responsabili HR dell’azienda ed è un’ottima possibilità per dimostrare nero su bianco le proprie potenzialità e per chiarire la posizione che si ricerca.

Il curriculum vitae è uno strumento fondamentale ma è pur sempre molto sintetico, una semplice lista di date e mansioni o nomi di datori di lavoro. Dal curriculum soltanto, non è possibile riuscire a capire molto sul candidato, sulle sue personali motivazioni, le sue aspirazioni e la posizione che vorrebbe ricoprire.

Proprio questo è lo scopo della lettera di accompagnamento: presentarsi con l’azienda, senza ripetere il proprio curriculum vitae e creare un primo contatto con l’azienda, suscitando così il suo interesse.

Perché inviare una lettera di presentazione?

La lettera di accompagnamento dovrebbe idealmente essere inviata insieme al curriculum vitae e dovrebbe precederlo, cioè dovrebbe in qualche modo presentare il curriculum vitae. Spesso viene confusa o intesa anche come lettera di motivazione, cioè una lettera che ha come scopo quello di spiegare le proprie motivazioni come candidati alla ricerca di un nuovo impiego. Spesso le cose vanno di pari passo ma non sempre, per cui, se decidete di allegare la lettera per vostra decisione, potete decidere di inserire anche le vostre motivazioni, altrimenti cercate di attenervi a quello che è richiesto nell’offerta: presentazione o motivazione.

Quali sono gli errori più comuni nella lettera di presentazione

Le lettere di presentazione sono un formato che lascia molta libertà e si sa, con la libertà di scrivere ciò che vogliamo c’è anche la possibilità di commettere molti errori. In questo articolo vedremo insieme quali sono gli errori più comuni ed evitabili che riguardano le lettere di presentazione. Continuate a leggere per non scoprirli tutti e per fare in modo di scrivere una lettera di presentazione completamente priva di errori!

La lettera di presentazione è troppo lunga

Questo è senza ombra di dubbio l’errore più comune commesso dai candidati di tutto il mondo! Anche se non esistono regole fisse riguardo la lunghezza della lettera di presentazione. sarebbe meglio mantenersi sintetici ed essenziali, massimo una pagina ma non fittamente scritta. Insomma più corta è meglio è! Assicuratevi di inserire le informazioni essenziali, cioè la vostra presentazione e le motivazioni per le quali l’azienda dovrebbe assumere te invece che un altro candidato.

La lettera di presentazione è senza destinatario

Il destinatario deve sempre essere presente nella lettera. Inviarne una senza significa far capire che avete operato un mero copia incolla e che non avete speso nemmeno due minuti a fare ricerche sull’azienda o sulla persona di contatto alla quale vi rivolgete.

La lettera di presentazione è troppo formale

Quello che vale per il curriculum vitae vale in questo caso anche per la lettera di presentazione: non deve essere troppo formale o usare un linguaggio aulico o fitto di paroloni. Evitate anche un linguaggio sciatto e colloquiale e mantenetevi nel mezzo: un linguaggio standard e adatto ad una lettera sarà adeguato.

La lettera di presentazione è troppo informale

Se un eccesso di formalità è sicuramente un errore, anche essere troppo informale non è la strategia vincente. Anche se vi state candidando per una startup, cercate comunque di mantenere un tono abbastanza professionale, dopotutto vi state comunque candidando per una posizione lavorativa!

La lettera di presentazione è troppo poco originale

Anche se abbiamo speso svariate righe per far entrare il concetto che la lettera di presentazione deve essere abbastanza neutra, non cadete nella trappola di creare una lettera di presentazione troppo poco originale o peggio ancora noiosa! Le lettera di accompagnamento deve comunque rappresentarvi e immaginiamo che non vogliate rappresentare voi stessi come persone ordinarie e noiose.

La lettera di presentazione è troppo creativa

Anche se deve comunque mantenere una certa originalità, la lettera di presentazione non deve comunque essere esagerata. Utilizzate un formato ed un carattere adeguato alla posizione che cercate e farete sicuramente la scelta giusta. Scrivete comunque con entusiasmo ma ricordate anche il contesto entro il quale lo fate.

La lettera di presentazione non è impaginata correttamente

Anche l’impaginazione gioca un ruolo fondamentale, accanto al contenuto. Evitate ovviamente di commettere errori di battitura ed errori grammaticali, ma fate attenzione anche al modo nel quale impaginate la vostra lettera. Il destinatario in alto a sinistra, la data e il luogo a destra, una corretta forma di saluto, una suddivisione in paragrafi e la vostra firma alla fine sono le basi di una corretta struttura e impaginazione.

Se riuscirete a realizzare una lettera di presentazione e un curriculum vitae senza errori gravi, siamo sicuri che sarete già a buon punto per quanto riguarda la vostra ricerca di lavoro.

L’importante è leggere molte informazioni e capire qual è il formato migliore per la nostra professione, scrivere il contenuto con attenzione e non dimenticarsi mai di rileggere più volte!