CREA IL TUO CV ONLINE

Lavorare in Francia

Una guida per trasferirsi e cercare lavoro in Francia
Template CV

I nostri vicini d’oltralpe hanno molto da offrire a chi vuole andare a vivere e lavorare in Francia: una tradizione culinaria prestigiosa, una scena culturale invidiabile, città cosmopolite e altro ancora. Chi poi non è amante delle metropoli può decidere di trasferirsi nella piacevole e pittoresca campagna francese, produttrice di alcuni tra i migliori vini al mondo. O magare scegliere la costa, tra destinazioni esclusive e paradisi per surfisti.

La Francia è una meta relativamente facile grazie alla lingua romanza simile alla nostra, molti aspetti della vita quotidiana che si possono trovare anche in Italia, e l’appartenenza all’Unione Europea.

Ci sono però cose che chi vuole trasferirsi in Francia deve sapere prima di spostarsi. Ecco quindi una guida al lavoro in Francia. Qui scoprirai:

  • I documenti necessari a lavorare in Francia
  • Come trovare lavoro in Francia
  • I salari medi francesi
  • Le professioni più cercate e meglio pagate

Di che documenti ho bisogno per lavorare in Francia?

Per quel che riguarda entrare nel Paese, i cittadini italiani dovranno solo mostrare la carta di identità o, se preferiscono, il passaporto. Questo è dovuto al fatto che sia l’Italia che la Francia sono membri della UE e fanno parte dell’area di libero movimento Schengen.

Una volta arrivati, ci sono però alcune pratiche che devi completare per poter iniziare la tua nuova vita in Francia:

  • Iscrizione al comune di residenza, che va fatta entro 90 giorni dall’arrivo
  • Iscrizione all’A.I.R.E francese per italiani all’estero, che va fatta all’ambasciata o consolato italiano
  • Apertura di un conto corrente francese. I documenti necessari cambiano a seconda della banca ma in generale, dovrai portare un documento di identità e una prova di domicilio in Francia, come il contratto d’affitto o una bolletta

Non è obbligatorio avere l’assicurazione sanitaria perchè gli italiani, in quanto europei, hanno automaticamente diritto a usufruire del sistema sanitario nazionale francese.

Se invece sei un cittadino non europeo residente in Italia, potrai rimanere in Francia senza un permesso ufficiale solo fino a 3 mesi. Passato questo tempo, a seconda dei casi, dovrai poi avere bisogno di un permesso di soggiorno rilasciato dalla Prefettura o di un visto (di cui ti puoi munire prima di partire.)

Come trovare lavoro in Francia

La disoccupazione in Francia è al 10%, molto più bassa di quella italiana, che si aggira intorno al 35%. Per questo, si può dire che è più facile trovare lavoro in Francia che in Italia.

C’è però il problema della lingua. Come ovunque nel mondo, avrai molto meno problemi se ti presenti con un curriculum vitae in francese e parli la lingua. Se non la mastichi, puoi pensare di fare un corso sul posto.

Chi non parla il francese ma ha bisogno di lavorare fin da subito, può provare uno di questi lavori per cui il francese non è richiesto:

  • Professore di lingua (inglese o italiano, per esempio)
  • Ragazzo alla pari
  • Addetto alle pulizie
  • Agente di attenzione al cliente specializzato nel mercato inglese o italiano
  • Pet sitter
  • Guida turistica per stranieri

Ci sono poi molte aziende multinazionali che assumono in inglese perchè si muovono su mercati e gruppi di lavoro internazionali. Le imprese di questo tipo sono anche spesso felici di assumere talenti stranieri e fare colloqui in videochiamata con candidati dall’estero. Questi, però, sono spesso lavori riservati a professionisti altamente specializzati.

Non sottovalutare poi le imprese italo-francesi. Secondo la Farnesina, l’Italia è il secondo partner commerciale della Francia dopo Berlino perciò ci sono moltissime organizzazioni che hanno sedi in entrambi i Paesi.

Se stai pensando di cercare lavoro in Francia, il primo posto da controllare è il web. Sia le aziende francesi che quelle internazionali oggigiorno pubblicano annunci di lavoro online sul proprio sito e usano piattaforme come LinkedIn e Monster.

Tuttavia, ci sono settori dove il tradizionale porta a porta regna ancora sovrano. È il caso per esempio della ristorazione e dei piccoli negozi di abbigliamento.

Il salario medio in Francia

Non tutti i Paesi europei hanno un salario minimo, ma questo non è il caso della Francia, che ha una delle paghe minime più alte del continente.

I lavoratori francesi devono essere pagati minimo €10.03 all’ora, indipendentemente dalla loro età e livello di esperienza (se sono maggiorenni.) Questo equivale a circa 1520 euro al mese per una giornata lavorativa di 35 ore.

Il salario medio annuale in Francia è di 39 mila euro, un grande balzo dai 33 mila del 2008.

Quali sono i lavori meglio pagati in Francia?

Probabilmente sei curioso di scoprire quanto puoi guadagnare con il tuo lavoro in Francia. I lavori più pagati sono quelli di sempre, da piloti a direttori di azienda, però siccome i salari sono in media più alti, è probabile che tu possa venire retribuito meglio per il tuo talento che in Italia.

C’è però da dire che il costo della vita in città popolose e famose come Parigi è altissimo. Se non vuoi spendere troppo, meglio scegliere zone meno centrali.

Ecco una lista di salari medi per campo professionale:

  • Aviazione e trasporti: 6900 euro al mese
  • Medici impiegati in ospedale: 6400 euro al mese
  • Finance e assicurazioni: 6100 al mese
  • Ingegneria e tecnologia: 5900 al mese
  • Ricercatori: 5400 al mese
  • Professionisti della comunicazione: 5 mila al mese
  • Manager e direttori di imprese di costruzione: 4900 al mese
  • Ingegneri informatici: 4700 al mese
  • Insegnanti: 1900 al mese
  • Infermieri: 1820 al mese
  • Vigili del fuoco: 1670 al mese

In Francia, i lavori più cercati sono quelli che hanno a che fare con la medicina o con le tecnologie, quindi ingegneri informatici e meccanici, chirurghi, ma anche infermieri e badanti.