Curriculum vitae da Agronomo

Come creare un curriculum vitae da agronomo

Crea il tuo curriculum ora

Modello di curriculum vitae da Agronomo

Idee e consigli per il curriculum da Agronomo

L’agronomo: una professione a contatto con la natura. Lo sviluppo della green economy ha contribuito ad aumentare le richieste di agronomi, figure professionali che si occupano di una serie di problematiche legate all’utilizzo delle risorse naturali in agricoltura.

Se ambisci a ottenere il lavoro dei tuoi sogni, il tuo curriculum da agronomo dovrà essere redatto secondo le giuste regole.

Quali sono? Continua a leggere e scoprirai come presentarti ai selezionatori in modo impeccabile, e aumentare le probabilità di ottenere un invito per il colloquio conoscitivo.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato
  • Formato di curriculum cronologico inverso
Design
  • Professionale
Foto

Si

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Dati personali e info di contatto
  • Obiettivo
  • Esperienze professionali
  • Istruzione
  • Competenze e abilità

    Opzionali:

  • Qualifiche
  • Hobby e interessi
  • Certificati
  • Referenze
  • Lingue straniere
Lunghezza del CV

Max 2 pagine A4

Formato

Gli orientali prestano grande attenzione al biglietto da visita: in poche parole hanno la possibilità di capire molte cose della persona che hanno davanti. Il formato è il tuo biglietto da visita: può facilitare o rendere più difficoltoso, a chi lo legge, capire con chi ha a che fare. Puoi utilizzare uno dei 3 tipi fondamentali di formato, per il tuo curriculum da agronomo: scegli quello che meglio si adatta a te.

Un CV funzionale ti dà la possibilità di evitare che il selezionatore individui eventuali interruzioni nel background professionale; se hai una carriera in crescita e ottenuto significativi obiettivi, è meglio impiegare un formato di tipo cronologico inverso; il CV misto o combinato, è utile se vuoi mettere in risalto le tue competenze e abilità, e hai lavorato in diversi settori.

Design

OnlineCV ti dà la possibilità di scegliere fra molti modelli per il tuo curriculum: sta a te optare per quello giusto. Il design migliore è quello che ti consente di valorizzare le informazioni che ti riguardano, per far colpo su chi deciderà di considerarti per la posizione offerta, oppure preferirà un altro candidato.

La scelta del design va ponderata con attenzione perché, come in una catena ogni anello ha uguale importanza e contribuisce alla sua forza, così ogni elemento importante del tuo curriculum concorre a determinarne la qualità.

Foto

Probabilmente, se hai fatto una ricerca per sapere se mettere o no la foto nel CV, sarai rimasto deluso, perché non hai trovato una risposta univoca. Infatti, è così: tranne i casi in cui è richiesta, la foto nel curriculum, non essendo obbligatoria, lascia a ognuno la decisione di inserirla nel CV o meno.

Se scegli di metterla però, usa il buon senso: una foto che ti ritrae con il partner o alla festa di compleanno del tuo amico non vanno bene. Mostrati in modo serio e professionale, con espressione naturale e un abbigliamento consono alla tua specializzazione.

Come organizzare le sezioni

Le sezioni del CV devono essere organizzate in modo da dare la migliore immagine di te, far risaltare le tue capacità, e essere sempre aggiornate. Alcune sezioni sono obbligatorie, altre opzionali.

Fra le sezioni obbligatorie ci sono:

    • Dati personali e info di contatto. Oltre ai tuoi dati personali, in questa sezione puoi aggiungere il link a social professionali come LinkedIn, per esempio, e anche il sito web, qualora l’avessi
    • Obiettivo. Questa è una delle sezioni più importanti perché puoi fare chiarezza sui tuoi obiettivi professionali; è consigliabile, perché gradito dai selezionatori, parlare dei tuoi piani non solo a breve, ma anche a medio/lungo termine. Alle aziende piace sapere di avere risorse umane motivate e ambiziose
    • Esperienze. Aggiungi i tuoi lavori, citando le date, l’azienda, il ruolo ricoperto e descrivi brevemente la mansione
    • Istruzione. Elenca in ordine inverso le scuole che hai frequentato e le date, aggiungendo le votazioni finali

Le sezioni opzionali riguardano:

  • Qualifiche. Qui puoi elencare i tuoi titoli scolastici e professionali
    • Hobby e interessi. Aggiungi quello che ti piace fare extra lavoro, senza dilungarti troppo
    • Referenze. Se inserisci le referenze nel CV, devi specificare nome della persona, i suoi dati di contatto e la posizione che ricopre
  • Lingue straniere. Descrivi la tua conoscenza delle lingue straniere, citando il tuo livello (ad esempio: base-intermedio-avanzato)

Lunghezza del CV

Il tuo curriculum da agronomo deve contenere tutte le informazioni necessarie per attirare l’attenzione dell’esaminatore e dimostrare che sei la persona giusta per il lavoro offerto.

Non strafare, però, dilungandoti con descrizioni troppo particolareggiate che riguardano le informazioni che vuoi includere nel testo e che ritieni importanti.

Se sarai convocato per il colloquio conoscitivo, avrai occasione di parlare di te in dettaglio. Limitare il CV alle 2 pagine è consigliato, ma se hai molte esperienze di lavoro da citare – che siano in linea con la posizione richiesta -puoi aggiungerle, senza però allungare troppo il tuo curriculum.

Sezioni di un CV per Agronomo

Tutte le sezioni del tuo curriculum da agronomo sono da compilare con precisione e senza errori. Utilizza un linguaggio sintetico, ma che mette in evidenza in modo chiaro tutto ciò che vuoi comunicare al datore di lavoro.

Ѐ importante utilizzare le parole chiave, perché sono utili per essere accettati dai sistemi ATS (Applicant Tracking System), e cioè software che le aziende utilizzano per velocizzare il processo di selezione delle risorse umane.

Queste parole le puoi trovare nell’annuncio per il quale ti sei candidato, e devono avere corrispondenza con il tuo profilo; ricordati che nel CV è proibito mentire, perché comprometterebbe seriamente le tue possibilità di ottenere un’assunzione.

Esperienze professionali

Metti bene in evidenza tutte le tue esperienze professionali, elencandole in ordine cronologico inverso, se decidi di usare questo tipo di formato. Elenca date, azienda, ruolo ricoperto e descrivi dettagliatamente, ma in modo succinto, i tuoi compiti.

Se sei neolaureato e hai pochi lavori, potresti specificare le tue esperienze raccontandole discorsivamente, ad esempio:

“ Dopo la laurea mi è stato offerto un contratto della durata di due anni con un’azienda agricola toscana. Mi sono occupato di fornire assistenza tecnica agronomica agli agricoltori nel ciclo di lavorazione e raccolta, dell’elaborazione dei piani di sviluppo rurale e delle pratiche amministrative. Ѐ stata un’esperienza molto utile per capire come funziona il mondo del lavoro e imparare a relazionarmi con i membri di una squadra”.

Competenze professionali e informatiche

In questa sezione puoi elencare le capacità che hai acquisito con il tuo percorso di studi e professionale, e anche le tue attitudini. Mentre puoi dimostrare facilmente di avere un certificato ricevuto dopo un corso, o esperienze professionali che qualificano le tue competenze, ciò che riguarda le tue caratteristiche personali può essere verificato solo conoscendoti meglio e mettendoti alla prova.

Ѐ opportuno perciò, nell’elenco delle abilità che fanno parte del tuo carattere e personalità, citare anche la situazione dove hai avuto l’occasione di esercitarle e i risultati che hai ottenuto.

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Il tuo curriculum da agronomo non è certamente un test per verificare quanto sei bravo in italiano, ma gli errori di grammatica o solo anche di battitura non sono ammessi, perché faresti una brutta figura.

Concentrati su ciò che scrivi e rileggi e fai anche leggere a qualcun altro il curriculum vitae. Non perderti in dettagli inutili: se usi elenchi puntati o numerati questo compito è più facile, perché aiutano a essere più sintetici.

Parole-chiave da usare

  • Agricoltura
  • Metodiche
  • Trattamenti
  • Lavorazioni
  • Piante
  • Suolo
  • Tecniche agricole
  • Ambiente
  • Zootecnico
  • Coltivazione
  • Semina
  • Forestale
  • Irrigazione
  • Certificazioni
  • Forestale
  • Analisi

Verbi d'azione

  • Pianificare
  • Verificare
  • Gestire
  • Risolvere
  • Controllare
  • Intervenire
  • Difendere
  • Valorizzare
  • Consigliare
  • Recuperare
  • Tracciare
  • Assistere
  • Analizzare
  • Refertare
  • Migliorare
  • Comunicare

Esempi di CV per Agronomo

1. Per candidarsi come agronomo neolaureato

  • 1 anno di esperienza come stagista
  • Conoscenza pratiche CAA, PSR, AVEPA
  • Soggiorno di studio in UK

Obiettivo:

Agronomo neolaureato con stage di un anno si candida per la posizione e soggiorno di studio all’estero si candida per la posizione di assistente agronomo.

SCRIVI ORA IL TUO CURRICULUM DA AGRONOMO NEOLAUREATO
  • Laurea
    in Scienze Agrarie e Ambientali
  • Conoscenza
    Inglese
  • Attitudine
    problem solving
  • Spirito
    di squadra

2. Per candidarsi come agronomo forestale

  • Esperienza 5 presso studio tecnico
  • Competenza in progetti sviluppo terreni
  • Esperienza sviluppo progetti certificazione
  • Conoscenza sistemi informatici Microsoft Office

Obiettivo:

Agronomo forestale con esperienza quinquennale e specializzazione terreni si offre per la posizione di agronomo forestale

SCRIVI ORA IL TUO CURRICULUM DA AGRONOMO FORESTALE
  • Laurea magistrale
    Scienze Agrarie e Forestali
  • Iscrizione
    Albo Professionale
  • Conoscenza
    Inglese e Francese
  • Capacità
    lavoro di gruppo
A causa del COIVID hai meno lavoro? Lascia che OnlineCV ti faccia ottenere un nuovo lavoro al più presto possibile.