Curriculum vitae da Bibliotecario

Come creare un curriculum vitae per bibliotecari

Crea il tuo cv online

Modello di curriculum vitae da Bibliotecario

Idee e consigli per il curriculum da Bibliotecario

Il CV rappresenta un biglietto da visita importante e, talvolta, fondamentale per candidarsi a una posizione lavorativa.

Un curriculum vitae accurato e chiaro permette di distinguersi in maniera positiva ancora prima di un colloquio conoscitivo vero e proprio. Su OnlineCV puoi creare un perfetto curriculum vitae da bibliotecario, sfruttando modelli preimpostati o decidendo di scrivere un CV da zero in base alle informazioni che trovi qui.

Se hai letto qualche annuncio interessante e necessiti di un curriculum vitae da bibliotecario creato su misura, in pochi passi puoi ottenere ciò di cui hai bisogno per fare un’ottima figura. Potrai inviare il tuo CV via e-mail, ma ti sarà possibile anche stamparlo per consegnarlo personalmente alle biblioteche di tuo interesse.

Non dimenticarti inoltre di inserire sempre il consenso ai dati personali, fondamentale per qualsiasi curriculum. Vediamo ora cosa non dovrebbe mancare nel tuo CV da bibliotecario.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato

Il formato di curriculum cronologico inverso è quello consigliato. Valuta il modello più adatto a te.

Design
  • CV tradizionale
Foto

Si

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Dati personali e informazioni di contatto
  • Esperienza professionale
  • Formazione e titoli di studio
  • Competenze e abilità

    Opzionali:

  • Qualifiche e certificati
  • Hobby e interessi
  • Referenze
  • Volontariato
  • Esperienze all’estero
  • Lingue straniere
Lunghezza del CV

1-2 pagine A4

Formato

Il tipo di curriculum vitae da bibliotecario dovrebbe essere chiaro riguardo alle esperienze che hai maturato in tale ambito, mentre consigliamo di evitare l’inserimento di ciò che non risulta inerente a tale ambito. Per quanto riguarda le esperienze rilevanti, il formato in ordine cronologico inverso è l’idea migliore che tu possa sfruttare.

Design

Ordine e precisione saranno con molta probabilità due doti assai apprezzate da chi dovrà valutarti come bibliotecario: potresti per questo iniziare col piede giusto già dall’aspetto generale del curriculum, mantenendolo ordinato e preciso grazie a un design tradizionale.

Foto

La foto è sempre consigliata, in particolare quando parliamo di una professione da svolgere a contatto col pubblico. Dall’altra parte, chi valuta un curriculum vorrebbe poter visualizzare la persona della quale sta leggendo le esperienze, non potendola avere di fronte in carne ed ossa. Ogni CV possiede un apposito spazio dove inserire una fotografia formato fototessera.

Come organizzare le sezioni

Nel tuo curriculum vitae da bibliotecario dovrai distinguere principalmente tra due tipologie di sezioni: quelle obbligatorie e quelle opzionali.

Le obbligatorie, come dice il nome stesso, sono quelle sezioni che non dovranno mancare nel CV e che contengono i dati più importanti e che interessano maggiormente a chi dovrà valutarti come candidato. Tali sezioni obbligatorie sono le seguenti:

  • Dati personali e informazioni di contatto
  • Esperienza professionale
  • Formazione e titoli di studio
  • Competenze e abilità

Le opzionali riguardano invece ciò che può differenziarti dagli altri candidati ma la cui presenza non è fondamentale ai fini della propria candidatura. Diciamo che possono essere considerate “sezioni bonus” con cui fare ancora più bella impressione:

  • Qualifiche
  • Hobby e interessi
  • Referenze
  • Certificati
  • Volontariato
  • Esperienze all’estero
  • Lingue straniere

Lunghezza del CV

Il tuo curriculum vitae da bibliotecario non deve avere una lunghezza standard, ciò che conta prima di tutto è la chiarezza. Inserire esperienze poco rilevanti solo per rendere il CV molto lungo non ha senso, mentre dall’altra parte per alcune esperienze rilevanti può essere meglio scrivere un paio di righe descrittive in più.

Se ti proponi come bibliotecario apprendista il tuo CV sarà giustamente più corto di quello di un bibliotecario che svolge questo impiego da diversi anni.

Diciamo che in ogni caso è sconsigliabile superare le 2 pagine in formato A4.

Sezioni di un CV per Bibliotecario

Le sezioni del CV aiutano a renderlo scorrevole per chi lo legge, dando un’immagine di te precisa e professionale.

Scegli in che ordine illustrare le tue esperienze, considerando che un ordine cronologico inverso rappresenta sempre un’ottima scelta quando si tratta di elencare esperienze lavorative.

Obiettivo

La sezione dedicata all’obiettivo sarà importante per mettere in risalto quegli aspetti che ti rendono unico come bibliotecario. Se gli studi possono accomunare diversi candidati, ciò che ti guida alla scelta di questa professione può invece fare la differenza.

L’obiettivo corrisponde pertanto alla tua motivazione interiore, unita alle caratteristiche che pensi facciano di te il candidato ideale.

In tal modo attirerai l’attenzione del lettore prima ancora che ti conosca dal vivo.

Esperienze professionali

Le esperienze professionali maturate aiuteranno l’azienda che ti deve assumere a capire cosa potresti avere appreso dai ruoli precedentemente ricoperti, e cosa quindi potresti già essere in grado di fare in autonomia o imparando velocemente.

Inserisci solo ciò che può essere utile e rilevante ai fini della professione da bibliotecario, evitando di saturare il curriculum vitae di esperienze poco importanti per questo tipo di ruolo.

Istruzione

La sezione istruzione è importante per mettere in risalto gli studi intrapresi prima di proporti come bibliotecario. Molte persone provengono da lauree triennali, come per esempio Archivistica o Biblioteconomia, ma talvolta sono molto apprezzati anche studi umanistici come Lettere Classiche o Moderne.

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Inserire nel proprio curriculum vitae da bibliotecario le informazioni giuste è importante, ma è altrettanto importante inserirle nella forma corretta. Con questo si intende che dovrai evitare errori di italiano, dandoti il tempo per ricontrollare ciò che hai scritto con calma e pazienza.

Per esempio, se decidi di compilare oggi il tuo CV da bibliotecario, aspetta domani per stamparlo o per inviarlo dopo averlo letto nuovamente. Puoi anche farlo leggere a una seconda persona fidata in modo da avere un secondo parere sulla correttezza generale del CV.

Un’ultima cosa da non trascurare è il fatto di aggiornare il proprio curriculum con costanza, aggiungendo di volta in volta le nuove esperienze. Sul nostro sito puoi aggiornare il tuo CV online quando più lo desideri, e scaricare la nuova versione.

Parole-chiave da usare

  • Libro
  • Restituzione
  • Cataloghi
  • Aggiornamento
  • Volume
  • Testo
  • Registro
  • Concorsi
  • Schedario
  • Capitoli
  • Biblioteconomia
  • Tipologia
  • Gestione
  • Assistenza
  • Biblioteca
  • Pubblico

Verbi d'azione

  • Catalogare
  • Organizzare
  • Ordinare
  • Studiare
  • Gestire
  • Leggere
  • Registrare
  • Comunicare
  • Schedare
  • Approfondire
  • Valutare
  • Reputare
  • Sistemare
  • Assistere
  • Aggiornare
  • Scrivere

Esempi di CV per Bibliotecario

1. Per candidarsi come bibliotecario apprendista

Obiettivo: Avendo da poco terminato gli studi come archivista desidero mettere in pratica ciò che ho appreso, spinto ogni giorno da una forte passione per cultura e lettura. Amo il rapporto con il pubblico e la possibilità di essere un tramite tra le persone e il sapere. Ho ottime doti organizzative che mi permettono di essere rapido e propositivo negli ambienti in cui lavoro, e vorrei avere la possibilità di migliorare sempre più questi aspetti oltre che di apprenderne altri in questo meraviglioso ambito.

crea il tuo CV come bibliotecario apprendista
  • Ottima predisposizione
    al contatto col pubblico
  • Buone
    doti organizzative
  • Buone capacità
    di archiviazione e catalogazione
  • Eccellenti
    doti informatiche

2. Per candidarsi come bibliotecario

Obiettivo: Da cinque anni lavoro come archivista e bibliotecario, e anno dopo anno passione e dedizione per questo impiego mi rendono sempre più convinto della scelta intrapresa. Sono una persona molto organizzata e con ottime doti comunicative e di scrittura, nell’ultimo anno ho collaborato alla stesura di due testi per bambini proprio grazie all’amore maturato per la cultura letteraria. Spero di poter portare il mio contributo in nuovi contesti lavorativi, migliorando a mia volta e perfezionando le mie attuali competenze.

crea il tuo CV come bibliotecario
  • Ottima predisposizione
    al contatto col pubblico
  • Buone
    doti organizzative
  • Grande predisposizione
    ad approfondimenti letterari costanti
  • Buone doti
    di scrittura e stesura testi