Curriculum vitae da Receptionist

Come scrivere un CV da receptionist

Scrivi ora il tuo CV

Modello di curriculum vitae da Receptionist

Idee e consigli per il curriculum da Receptionist

Gli addetti alla reception sono sempre richiesti perchè sono figure fondamentali in qualsiasi struttura di ricevimento. Dagli hotel agli uffici più o meno grandi, quella del receptionist è un profilo che rappresenta il primo punto di contatto tra il pubblico e l’impresa.

Per avere successo come receptionist bisogna avere capacità di comunicazione e attenzione al cliente eccezionali. Inoltre, bisogna sempre essere impeccabili e rappresentare l’azienda al meglio, anche in situazioni di grande stress.

Il curriculum da receptionist è l’equivalente di una prima impressione. Per assicurarsi un colloquio con un potenziale datore di lavoro, bisogna che il CV sia ben organizzato e pensato per lasciare il segno.

In questa pagina troverai tanti utili consigli per creare un curriculum da receptionist di impatto. Se non sai da dove iniziare, puoi scegliere il modello di CV che più si adatta alle tue necessità e semplicemente riempirlo con i tuoi dati.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato

Cronologico inverso o combinato

Design

Tradizionale o minimalista

Foto

Non necessaria ma gradita

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Informazioni personali e di contatto
  • Sommario iniziale
  • Esperienza professionale
  • Qualifiche
  • Abilità al computer
  • Lingue straniere

    Opzionali:

  • Formazione scolastica
  • Volontariato
  • Referenze
Lunghezza del CV

1 facciata A4, massimo 2

Formato

Il formato di un curriculum da receptionist deve essere il più pratico possibile. Questo di solito è il classico formato cronologico inverso e i candidati dovrebbero evitare di proporre formati particolari a meno che non sia esplicitamente richiesto dall’azienda.

Un formato cronologico inverso con sezioni ben pianificate fa sì che il lettore si faccia subito un’idea precisa dell’esperienza del candidato. Inoltre, è adatto a una lettura veloce che permetta subito di identificare le informazioni richieste.

Per questo, è ideale per l’ambito turistico e quello corporativo, entrambi campi dove il tempo è prezioso e gli addetti alla selezione del personale possono dedicare solo pochi secondi a ogni CV.

Design

Quando si tratta di curricula, il design e il formato devono andare a braccetto. Perciò, è consigliabile scegliere un design semplice e lineare, che si concentri più sulla leggibilità che sulla creatività. Questo non significa che debba essere noioso, ma solo che non sia eccentrico e non stanchi gli occhi del lettore.

Foto

Al giorno d’oggi, sono pochi i settori in cui la foto è obbligatoria nel curriculum (è il caso, per esempio, del mondo della moda e del cinema.)

Per questo, la foto raramente è richiesta per un curriculum da receptionist. Tuttavia, è spesso gradita. Gli addetti al ricevimento sono i rappresentanti più diretti dell’azienda in cui lavorano e sono costantemente a contatto con il pubblico. Devono apparire sempre al meglio e una foto dall’aspetto ben curato può subito far capire al datore di lavoro che si ha le carte in regola.

Chi decide di fare domanda con un curriculum europeo (Europass) deve astenersi dall’includere la foto.

Come organizzare le sezioni

Le sezioni di un curriculum da receptionist devono essere elaborate e collocate strategicamente, in modo da dare rilevanza a quelle più importanti. Pensa non solo a quello che sta cercando il datore di lavoro, ma anche alle capacità e qualità uniche che puoi offrire: il tuo CV deve essere in grado di focalizzare l’attenzione subito su queste parti.

Le sezioni che devono essere incluse in un curriculum da receptionist sono:

  • Informazioni di contatto
  • Sommario iniziale
  • Esperienza professionale
  • Qualifiche
  • Abilità al computer
  • Lingue straniere

Come indicato sopra, ci sono poi delle informazioni che possono essere incluse solo se ritenute rilevanti, per esempio:

  • Formazione scolastica
  • Volontariato
  • Referenze
  • Premi e riconoscimenti
  • Seminari e workshop

Lunghezza del CV

Il mondo del lavoro si muove in fretta e gli addetti alla selezione personale non hanno tempo da perdere. Come già si è detto, possono dedicare solo pochi secondi a ciascun CV. Ecco perchè un curriculum da 1 sola pagina è perfetto.

Sezioni di un CV per Receptionist

Pensare alle sezioni strategicamente è fondamentale per lasciare il segno. Quando organizzi il tuo CV e scegli il linguaggio, tieni sempre a mente l’impressione generale che vuoi dare di te e, di conseguenza, immagina come puoi guidare al meglio lo sguardo e l’attenzione di chi legge.

Obiettivo

Il riassunto iniziale in un curriculum è l’equivalente di arrivare al colloquio di lavoro in anticipo, preparati, e ben vestiti: è la prima impressione che si farà l’addetto alla selezione personale sul candidato.

Assicurati di introdurre subito le tue qualità più di impatto e giocare con i tuoi punti di forza. Se stai cercando lavoro nel settore alberghiero e parli 4 lingue, mettilo in chiaro fin dall’inizio. Se hai 15 anni di esperienza come receptionist corporativa di alto livello in una grande città, fallo subito notare.

Ricorda che il sommario dev’essere una breve introduzione di solo un paio di frasi.

Esperienze professionali

Come già detto, la sezione delle esperienze professionali deve essere organizzata in ordine cronologico inverso, cioè partendo dalla posizione più recente e andando poi a ritroso.

Dev’essere una parte del curriculum chiara e semplice, che dia tutte le informazioni necessarie, come il titolo professionale ufficiale, il nome e la città dell’azienda in cui si è lavorato e le date precise.

Quando scrivi le mansioni che hai svolto, non ripetere quello che facevi quotidianamente in dettaglio. È ovvio che un addetto al ricevimento riceva gli ospiti dell’albergo e li assisti nel fare il check-in.

Invece, focalizzati sui tuoi risultati specifici: hai intrapreso un progetto nella reception, per esempio una raccolta fondi per una causa benefica o un evento speciale? Hai cambiato alcune procedure per agevolare il lavoro? Detieni dei record di produttività, o sei mai stato premiato come receptionist del mese? I dati e le storie di successo valgono più di una descrizione dettagliata e ovvia del tuo lavoro.

Lingue

Anche se il lavoro del receptionist non richiede titoli universitari o scolastici particolari, questo non significa che non siano necessarie abilità specifiche.

Chi lavora nel turismo sa che, per esempio, le lingue sono fondamentali. Se questo è il tuo caso, le abilità linguistiche dovrebbero trovare una sezione apposita nel tuo CV da receptionist. Pensa in maniera pratica: il datore di lavoro vuole sapere quali lingue sei in grado di usare con i clienti e visitatori, non quelle che stai studiando ma che sono ancora a un livello principiante.

La capacità di lavorare al computer è anche molto importante, soprattutto se sai usare software specifici sviluppati per le reception come TractionGuest, Envoy, o BadgePass. A seconda delle circostanze, un/a receptionist deve anche saper gestire fatture e sistemi telefonici complessi.

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Che tu decida di includere una foto o no, il tuo CV è il tuo biglietto da visita professionale che ti permetterà di creare un’ottima prima impressione. Non si tratta solo del contenuto, ma anche della forma.

Abbiamo già visto come la leggibilità sia una priorità di chi scrive curricula. Per rendere il documento ancora più accessibile e snello, prova a usare:

  • Elenchi puntati e numerati
  • Grassetto e corsivo
  • Paragrafi corti e ben separati

Inoltre, un curriculum da receptionist deve includere parole-chiave specifiche del settore. In questo modo, dimostrerai immediatamente di aver davvero lavorato sul campo.

Parole-chiave da usare

  • Assistenza
  • Comunicazione
  • Archivi
  • Trasferimento chiamate
  • Check-in
  • Visitatori
  • Fatture
  • Registrazione
  • Organizzazione
  • Cortesia
  • Sicurezza
  • Evacuazione
  • Pass
  • Precisione
  • Amministrazione
  • Accoglienza

Verbi d'azione

  • Aiutare
  • Ricevere
  • Comunicare
  • Coordinare
  • Assistere
  • Organizzare
  • Gestire
  • Collaborare
  • Dare il benvenuto
  • Smistare
  • Risolvere
  • Rispondere
  • Archiviare
  • Accogliere
  • Registrare
  • Soddisfare

Esempi di CV per Receptionist

Per candidarsi come capo reception

Reception manager offre le conoscenze e capacità sviluppate in 8 anni di lavoro nel settore alberghiero. Servizio a 5 stelle e gestione di team di 11 persone. Gestione di decorazioni, procedure di sicurezza, eventi, implementazione di nuove procedure, ecc. Esperto nell’acquisizione e formazione di nuovo personale.

Crea un CV da reception manager
  • 8 anni
    di esperienza
  • Inglese
    francese, e tedesco
  • Certificati
    di sicurezza sul lavoro e primo soccorso

Per candidarsi come receptionist d’ufficio

Esperienze pregresse come agente di assistenza clienti e hostess di eventi. Sempre impeccabile e cordiale, livello elevato di conoscenza di Microsoft, comprese operazioni complesse in Excel. Ottime referenze.

Scrivi un curriculum da receptionist
  • Tirocinio
    come assistente alla reception
  • Inglese
    fluido
  • Grande
    esperienza nella gestione di eventi e clienti