Curriculum vitae da Project Manager

Come creare un CV da project manager di successo

Scrivi il tuo curriculum ora

Modello di curriculum vitae da Project Manager

Idee e consigli per il curriculum da Project Manager

A chi piacciono i ruoli di responsabilità e ha grandi capacità di organizzazione e gestione del team il ruolo di project manager va a pennello. Conosciuti anche come responsabili di progetto in Italia, i project manager lavorano negli ambiti più disparati, dall’edilizia ai servizi online al turismo.

Se un’azienda vuole lanciare un nuovo prodotto, per esempio, sarà il project manager a occuparsene. Anche chi offre già un servizio ma vuole migliorarne notevolmente i risultati o il lavoro in team ne avrà bisogno, e lo stesso vale per le organizzazioni che desiderano collaborare con le istituzioni pubbliche.

Il project manager è, in generale, focalizzato sull’ottenere risultati tangibili nelle tempistiche e budget stabiliti. È un esperto di leadership e collaborazione, di bilanci, e di analisi di dati, oltre, ovviamente, a essere uno specialista nel proprio campo.

Insomma, si tratta di un gran numero di abilità differenti da saper scrivere e provare nel proprio curriculum da project manager. Per non far venire il mal di mare al lettore, scopri in questa pagina come scrivere un CV da project manager efficace, conciso, e di successo.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato

Il formato in ordine cronologico inverso è ideale

Design

Semplice e professionale o adattato all’azienda

Foto

Non obbligatoria ma spesso gradita

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Informazioni personali e di contatto
  • Introduzione
  • Esperienza lavorativa
  • Formazione

    Opzionali:

  • Lingue straniere
  • Certificati e qualifiche
  • Volontariato e tempo libero
Lunghezza del CV

1 o 2 facciate in formato A4

Formato

Il formato più usato sul mercato del lavoro è certamente quello in ordine cronologico inverso. Sicuramente è quello a cui sei più abituato anche tu, che parte dalla posizione attuale o l’ultima che hai ricoperto e prosegue indietro nel tempo.

La maggior parte delle volte è il formato più efficace perchè mette l’esperienza lavorativa al centro del documento e dell’attenzione.

Di solito, il project manager è considerata una posizione di responsabilità di livello elevato in ambito aziendale e quindi vengono considerati candidati con anni di lavoro alle spalle. In alcuni casi, però, chi scrive può ritrovarsi nel bel mezzo di un cambio di carriera e quindi non ha molte voci come project manager da inserire nella sezione lavorativa del proprio CV. In questo caso, un curriculum in formato combinato può aiutare.

Design

Nel dubbio, è sempre meglio preferire un design professionale, serio e lineare. Se però si conosce a fondo l’organizzazione per cui ci si candida e le sue scelte di design si può cercare di imitarne lo stile e i colori per un CV originale che salterà subito all’occhio.

E se il design non è il tuo forte? Puoi sempre scegliere un modello preformato. OnlineCV ne ha moltissimi, adatti ai campi più disparati, creati da designer con anni di esperienza nel settore.

Foto

Al giorno d’oggi la foto viene sempre meno richiesta, soprattutto nei settori dove l’immagine non è fondamentale. È anche vero però che molte aziende, soprattutto quelle medio-piccole, apprezzano la possibilità di vedere la foto del candidato prima del colloquio.

Ricordati che anche dovessi decidere di non inserire la foto nel tuo CV, verrai probabilmente cercato su LinkedIn, dove invece la foto è obbligatoria se si vuole essere considerati. Assicurati quindi di avere uno scatto serio e adatto all’ambito professionale. Preferisci il mezzo busto e non scegliere foto in cui compaiono altre persone o animali.

Come organizzare le sezioni

Pensa alle sezioni del CV da project manager come a un percorso che guiderà lo sguardo del lettore verso le informazioni più importanti e che più mettono in risalto le tue capacità.

Per farsi capire, se la formazione universitaria non è il tuo forte o non c’entra con il tuo campo, fai in modo da distogliere l’attenzione da questo punto, o assicurati di includere altre certificazioni e qualifiche coerenti col tuo settore attuale.

Ecco le sezioni fondamentali da includere in un curriculum da project manager:

  • Informazioni personali e di contatto, non includere dati sensibili come lo stato civile. Aggiungi invece il tuo indirizzo email e profilo LinkedIn
  • Introduzione. Scrivi un piccolo paragrafo che metta subito in luce i tuoi punti di forza e le tue aspirazioni professionali
  • Esperienza lavorativa, sii preciso con date e nomi delle aziende in cui hai lavorato e focalizzati sui risultati ottenuti
  • Formazione sia accademica che professionale

Alcune sezioni sono poi considerate facoltative ma utili per alcuni a seconda del campo in cui operano e dell’organizzazione per cui fanno domanda. Eccole:

  • Lingue straniere, l’inglese è ormai d’obbligo soprattutto nell’ambito tecnologico
  • Certificati e qualifiche ma solo se rilevanti per il tuo lavoro
  • Volontariato e tempo libero, pensa soprattutto a esperienze e attività che ti hanno aiutato a essere un miglior project manager.

Lunghezza del CV

Un CV da project manager non dovrebbe superare le 2 pagine in formato A4.

Anche se sicuramente hai molto da dire e tanti progetti di cui sei orgoglioso, ricordati che gli addetti alla ricerca di personale sono professionisti molto occupati che possono dedicare solo pochi secondi a ogni curriculum. Un CV troppo lungo gioca a tuo sfavore perchè perde subito l’attenzione del lettore.

Sezioni di un CV per Project Manager

Ormai dovresti aver capito che l’ordine strategico delle sezioni è una parte importante del curriculum da project manager di successo. Ma cosa scrivere, effettivamente, in ogni sezione del CV? Vediamo nel dettaglio alcune delle più rilevanti per un project manager.

Obiettivo

Considerato che il responsabile di progetto è un titolo in cui rientrano tanti professionisti e campi diversi, è fondamentale dare subito un’idea precisa del proprio profilo professionale.

Introduci subito, in poche parole, i tuoi punti di forza, ciò che ti rende più unico e insostituibile. Magari parla di uno o due dei tuoi successi più straordinari o della tua esperienza all’estero o del fatto che hai lavorato per le aziende leader del settore.

Non dimenticarti poi che questo è anche uno spazio che puoi usare per spiegare i tuoi obiettivi professionali e descrivere il tipo di organizzazione e di sfide che stai cercando.

Esperienze professionali

Non c’è da girarci intorno: questa è la sezione più importante secondo molti perchè è quella su cui più si concentrerà il lettore.

Considerato che il ruolo del project manager è quello di gestire team e processi per raggiungere gli obiettivi posti dall’azienda, punta tutto sui risultati ottenuti e l’impatto che hai avuto sulle organizzazioni con cui hai lavorato.

Hai il sesto senso per le vendite e sei un mago del networking? Parla delle nuove collaborazioni che hai portato. Sai come trarre il meglio da un gruppo di lavoro? Parla di come hai creato, formato, e gestito grandi team. Pensa inoltre a quello che sta cercando l’azienda e che sai di poter offrire, e includi prove delle tue capacità con statistiche e grafici.

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Prima di inviare il tuo curriculum da project manager, assicurati di non aver lasciato errori di grammatica o battitura nel CV. Dimostrerebbero mancanza di attenzione per il dettaglio e scarse abilità comunicative.

Detto questo, ci sono altri consigli di redazione che possono aiutarti a dare una marcia in più al tuo documento. Per esempio:

  • Sottolinea i concetti chiave con il grassetto
  • Scrivi numeri e percentuali in cifre e usali per provare i tuoi risultati
  • Lascia respirare il lettore: scrivi frasi e paragrafi brevi
  • Introduci le tue sezioni con titoli e sottotitoli chiari

Infine, è importante usare parole-chiave tipiche del tuo settore e del tuo ruolo da project manager. In questo modo potrai:

  • Dimostrare di essere un esperto nel tuo campo
  • Usare le stesse parole inserite nell’annuncio di lavoro e superare la prova dei software ATS

Parole-chiave da usare

  • Obiettivi
  • Budget
  • Spese
  • Roadmap
  • Networking
  • Scadenze
  • Monetizzazione
  • Risultati
  • Team
  • Progetti
  • Gestione
  • Comunicazione
  • Coordinazione
  • Pianificazione
  • Tempistiche
  • Riunioni

Verbi d'azione

  • Gestire
  • Reclutare
  • Pianificare
  • Assegnare
  • Comunicare
  • Stimare
  • Analizzare
  • Controllare
  • Monitorare
  • Risolvere
  • Migliorare
  • Ottimizzare
  • Definire
  • Valutare
  • Presentare
  • Documentare

Esempi di CV per Project Manager

1. Per candidarsi come project manager digitale

Porto a termine progetti digitali con successo da ormai 4 anni. Gestisco gruppi di lavoro eterogenei composti da programmatori, designer, addetti vendite ed esperti di marketing online. Mi specializzo nei servizi online per il turismo.

  • HTML, SQL e linguaggi di banca dati
  • Livello avanzato in Excel
  • InDesign, Photoshop, Adobe Illustrator
  • Inglese, tedesco, francese
Scarica ora il tuo CV da project manager
  • Lancio
    di 3 nuovi prodotti in 12 mesi
  • Facilitazione contatti
    con clienti, direzione, specialisti
  • Capo
    di un team di oltre 30 persone
  • Gestione
    di lavoro in remoto

2. Per candidarsi come project manager edile

  • 100% dei progetti mantenuti sotto il tetto spesa
  • 87% dei progetti completati in tempo
  • Gestione team di architetti e costruttori
  • Comunicazione con fornitori

Project manager con più di 7 anni nel campo edile. La mia priorità è trasformare i sogni dei clienti in progetti realizzabili secondo i tetti spesa e le tempistiche accordate. Mantenere le promesse e risolvere imprevisti è ciò che faccio meglio.

Crea il tuo CV da project manager
  • Ottimizzazione
    costi
  • Messa
    in sicurezza
  • Ottenimento
    permessi
  • Aggiornamento
    clienti
A causa del COIVID hai meno lavoro? Lascia che OnlineCV ti faccia ottenere un nuovo lavoro al più presto possibile.