Curriculum vitae da Grafico

Idee e consigli  per scrivere un CV da grafico

Scrivi oggi il tuo curriculum da grafico

Modello di curriculum vitae da Grafico

Idee e consigli per il curriculum da Grafico

Tutti hanno un sito web e pochi hanno tempo. Per questo, viviamo in un mondo sempre più visuale fatto di messaggi brevi e immagini incisive. Non c’è quindi mai stato un miglior momento per cercare lavoro come grafico, che ti specializzi nel campo pubblicitario, quello della creazione di siti web, o quello del design.

Quello della grafica è un mondo che cambia e si muove in fretta e in cui bisogna sempre stare al passo con i tempi. Per questo, è fondamentale avere un curriculum da grafico sempre aggiornato da poter inviare in pochi secondi.

Inoltre, come per tutte le professioni creative, è anche importante avere sottomano un buon portfolio, magari in formato digitale, o addirittura un intero sito web dove poter far vedere i propri progetti.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato

Ordine cronologico inverso, combinato

Design

Creativo ma non eccentrico

Foto

Non obbligatoria

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Informazioni personali e di contatto
  • Sommario iniziale
  • Esperienza lavorativa
  • Abilità specifiche e strumenti
  • Formazione

    Opzionali:

  • Volontariato
  • Premi e riconoscimenti
  • Interessi e hobby
  • Lingue
Lunghezza del CV

1 pagina in formato A4

Formato

Il formato di un curriculum vincente dipende dal tipo di lavoro, dal profilo specifico del candidato, e dal tipo di azienda, cliente o agenzia per cui cui si fa domanda. In generale, il formato standard e più apprezzato è quello in ordine cronologico inverso.

Per scrivere un CV da grafico in ordine cronologico inverso, semplicemente dai molto rilievo alle esperienze professionali (siano queste come impiegato a tempo pieno o come progetti realizzati) elencandole in ordine cronologico inverso. Parti dal tuo lavoro attuale e vai indietro nel tempo.

Chi non ha molta esperienza lavorativa può scegliere un formato combinato, anche utile per i freelancer con pochi progetti alle spalle. Il formato combinato permette di focalizzarsi sulle abilità, strumenti, e programmi che si possono usare più che sui lavori svolti in passato.

Design

Di solito, un design semplice e tradizionale basta. Questo non è il caso dei grafici, però, che devono pensare al CV come a un mini biglietto da visita

Questo non significa compilare un documento eccentrico e, ancora peggio, illeggibile. La priorità deve sempre essere la facilità di lettura per gli addetti alle risorse umane. Si possono però aggiungere colori pastello e forme che agevolino il lavoro del lettore e dimostrino che sai il fatto tuo.

Se proprio non hai tempo, puoi sempre ricorrere ai modelli preformati di CV, creati da grafici specializzati nel settore della ricerca del lavoro. In questo modo, potrai semplicemente compilare i campi con i tuoi dati e avere il curriculum pronto in pochi minuti.

Foto

Quella del grafico, a differenza di modelli e attori, non è una professione che richieda necessariamente la foto nel CV. Puoi usare questo spazio per aggiungere informazioni sulle tue esperienze e capacità.

È sempre bene assicurarsi, però, che l’azienda specifica per cui si fa domanda non preferisca curricula con foto.

Come organizzare le sezioni

L’ordine in cui decidi di mettere le sezioni nel CV può fare un’enorme differenza. È importantissimo assicurarti di mettere in evidenza le tue abilità e caratteristiche chiave e i campi in cui sei più competitivo. 

Spesso gli addetti alla ricerca personale hanno solo pochi secondi da dedicare a ciascun curriculum ed è importante che trovino subito le informazioni più importanti e quelle che li convinceranno a chiamarti per un colloquio.

Ecco le sezioni che non possono mancare in un curriculum da grafico:

  • Informazioni personali e di contatto, questo deve includere il tuo nome e cognome, email, e numero di telefono. Per i grafici è anche importante inserire link al portfolio o sito web e, se vuoi, al profilo LinkedIn.
  • Sommario iniziale, un breve paragrafo introduttivo con cui attirare immediatamente l’attenzione del lettore. Gioca subito sui tuoi punti di forza ed evita di ripetere semplicemente il tuo CV
  • Esperienza lavorativa o progetti importanti. Sii specifico e focalizzati sugli obiettivi e risultati
  • Abilità specifiche, strumenti e programmi che puoi usare nel tuo lavoro
  • Formazione ed educazione accademica, ma anche corsi specifici utili all’industria in cui lavori

Non tutti i grafici sono uguali e sicuramente ci sono sezioni che possono funzionare molto bene per te ma che non sono obbligatorie:

  • Volontariato, interessi e hobby. Cerca di focalizzarti su attività che possono aiutarti a sviluppare abilità utili sul lavoro
  • Premi e riconoscimenti soprattutto nel campo professionale
  • Lingue straniere. L’inglese si dà quasi per scontato e le altre lingue possono aiutarti a cooperare con team e clienti internazionali

 

Lunghezza del CV

Di nuovo, è bene ricordare che ogni curriculum ha solo pochi minuti o addirittura secondi per lasciare una buona impressione. Anche se hai molte esperienze da aggiungere al CV, un documento molto lungo giocherà sicuramente a tuo sfavore.

È quindi consigliabile scrivere un curriculum di una sola pagina in formato A4. Chi ha molti anni di esperienza sul campo può arrivare al massimo a 2 pagine.

Sezioni di un CV per Grafico

Come spiegato, ci sono alcune sezioni fondamentali per un curriculum vitae da grafico che vanno curate nel minimo dettaglio per una presentazione efficace. Vediamone alcune:

Riassunto professionali

Quella di aggiungere un paragrafo introduttivo al curriculum è una pratica relativamente recente ma che si sta espandendo rapidamente.

L’idea è quella di scrivere in poche parole (in uno spazio di 2, massimo 4 righe) una presentazione che faccia venire voglia al lettore di saperne di più sul proprio profilo personale e su quello che si può apportare all’azienda. 

Pensa a ciò che ti rende unico e, soprattutto, particolarmente adatto a questo ruolo. Sii convincente e breve, ma non sprecare quest’occasione come un momento per ripetere quello che già si troverà più avanti nel corpo del curriculum

Esperienze professionali

Come spiegato, l’esperienza lavorativa va scritta in ordine cronologico inverso partendo dalla posizione più recente. Bisogna sempre mettere le date e il nome preciso dell’azienda in cui si ha lavorato.

Quando si entra nel dettaglio della posizione ricoperta, è importante presentare dati, numeri e statistiche. Queste sono prove molto più convincenti di frasi fatte come ‘attento ai dettagli’ e ‘abile nella comunicazione’ che dimostrano il fatto che assumerti sarà una mossa vincente per l’azienda.

Ecco esempi di dati che puoi inserire per un CV da grafico di successo:

  • Percentuale di clienti soddisfatti
  • Numero di progetti completati in un anno
  • Numero di membri del team supervisionati e/o assunti
  • Numero di corsi, seminari e formazioni tenuti all’interno dell’azienda
  • Numero di campagne email disegnate per l’ufficio marketing

Se lavori come freelancer puoi usare la sezione delle esperienze professionali come un portfolio in cui descrivere i tuoi progetti.

 

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Un CV mal curato è come un CV non inviato che sicuramente farà scartare la tua candidatura. Per questo è cruciale assicurarti che l’intero curriculum sia libero da errori, sia grammaticali che di stile.

Quando hai fatto una prima stesura del testo, poi, cerca di ottimizzare la leggibilità in modo che chi riceve il tuo CV possa subito identificare le informazioni più importanti e d’impatto. Per farlo, prova a:

  • Scrivere frasi e paragrafi brevi
  • Scegliere la misura del font di minimo 11
  • Usare grassetto e corsivo per sottolineare i concetti fondamentali
  • Sostituire frasi con numeri e percentuali quando possibile

Inoltre, bisognerebbe sempre inserire parole-chiave all’interno del testo. Questo ti farà subito apparire come un esperto nel tuo settore.

Parole-chiave da usare

  • Tipografia
  • Colori
  • Campagne pubblicitarie
  • Siti web
  • Font
  • Allineamento
  • Logo
  • Visual
  • Gabbia grafica
  • Modello
  • Illustrazioni
  • Layout
  • Simmetria
  • Progettazione
  • Artwork
  • Programmi

Verbi d'azione

  • Progettare
  • Lanciare
  • Colorare
  • Proporre
  • Disegnare
  • Ideare
  • Presentare
  • Comunicare
  • Creare
  • Concettualizzare
  • Sviluppare
  • Assistere
  • Collaborare
  • Allineare
  • Realizzare
  • Illustrare

Esempi di CV per Grafico

Per candidarsi come manager grafico

Manager grafico con anni di esperienza guidando team di grafici e designer per la realizzazione di progetti digitali.

  • Microsoft Office, Mac, Linux
  • Photoshop, Illustrator, AfterEffects
  • InDesign, Adobe Creative Suite
  • Dreamweaver
Scrivi ora il tuo CV da manager grafico
  • Master
    in Disegno Grafico
  • Ideazione
    di materiale audiovisivo
  • Progettazione
    loghi, marchi, stampe
  • Certificato
    di leadership aziendale

Per candidarsi come disegnatore grafico web

Web designer specializzato in soluzioni aziendali per siti web, intranet, campagne marketing, e ottimizzazione di comunicazioni interne ed esterne. 

  • Abituato a collaborare con sviluppatori web
  • HTML, XTML, XML, CSS
  • Adobe Suite, Autocad
  • WordPress, Gatsby, GRAV
Scarica subito il tuo CV da disegnatore grafico web
  • Master
    in Disegno Web 
  • Laurea
    in Informatica
  • Inglese
    fluido