Come trovare lavoro a 50 anni? Ecco alcuni consigli utili

Come superare la situazione difficile di cercare lavoro a 50 anni

L’argomento che trattiamo oggi è molto delicato e un po’ diverso dal solito: trovare lavoro a 50 anni, come fare?

Parliamo spesso di come creare un curriculum per giovani o per chi si affaccia sul mondo del lavoro, ma non altrettanto di come cercare lavoro quando ormai si è avanti con l’età e magari si è disoccupati.

Abbiamo deciso di parlarne in questo articolo perchè è una situazione nella quale si trovano in molti. Con i nostri consigli non ci proponiamo affatto di darvi la ricetta magica su come trovare lavoro, ma semplicemente di cercare di essere utili, fornendo consigli che possono aumentare le vostre chances per una nuova entrata nel mondo del lavoro.

Continuate a leggere per trovare i nostri consigli su come trovare lavoro a 50 anni.

barman preparando cappuccino

Consigli utili per ripartire a 50 anni: il Curriculum Vitae

Prima di tutto, è importante ripartire dalle basi. Questo paragrafo è rivolto a chi ha magari trovato un lavoro molti anni fa, senza l’ausilio di un vero e proprio curriculum vitae perchè non era stato richiesto, e non né ha uno.

Ma è rivolto anche a chi ha un curriculum da molti anni, che non è mai stato aggiornato ed ha bisogno di un vero e proprio restilyng. Se fate parte di queste categorie, o se non siete sicuri al 100% che il vostro curriculum sia ben fatto, leggete la nostra guida su come scrivere il curriculum perfetto, e seguite questi semplici consigli per ripartire dal vostro cv.

Com’è cambiato il mondo del lavoro

Scrivere un curriculum per chi ha molta esperienza richiede degli accorgimenti diversi rispetto ad un cv per studenti o neolaureati.

Se per i giovani può essere stressante creare il proprio cv ex novo, per chi si trova ad ad aver perso il lavoro a 50 anni e a dover ripartire da zero lo è ancora di più.

Con il passare degli anni, il mondo del lavoro è cambiato, e sono cambiate anche le modalità secondo le quali si cerca lavoro e si inviano le candidature.

Anni fa era ad esempio possibile portare i cv di persona direttamente nelle aziende, o si usava inviare la propria candidatura per porta tradizionale.

Al giorno d’oggi queste modalità di invio curriculum sono molto rare o impensabili. Solitamente le candidature vengono inviate per mail o tramite appositi software per raccogliere candidature, e il processo di selezione prosegue poi per via telefonica, videochiamata e solo successivamente avviene un colloquio personale.

Anche le modalità stesse di ricerca del lavoro hanno subito un cambiamento radicale. Se prima si era soliti cercare lavoro sui quotidiani locali, presso le apposite agenzie del lavoro, o tramite il passaparola, al giorno d’oggi possiamo dire che il 90% della ricerca di un lavoro si è spostata su internet.

Trovare lavoro a 50 anni: aggiornarsi e reinventarsi

Se siete dei professionisti specializzati in un settore molto richiesto e la vostra azienda ha chiuso lasciandovi disoccupati, è arrivato il momento per voi di aggiornarvi.

Prima di tutto: niente paura. Sì, è vero che purtroppo c’è la crisi e sono tempi duri, ma la buona notizia è che se siete specializzati in un campo, non ci sono ragioni che remano contro una vostra assunzione, nemmeno l’età! Ad un patto però: dovete aggiornarvi e rimanere al passo con i tempi, rendervi appetibili per le aziende e giocare la carta della vostra età a vostro favore.

Dovete aggiornarvi e rimanere al passo con i tempi, rendervi appetibili per le aziende e giocare la carta della vostra età a vostro favore.

Quando vi candidate, non dovete dare l’impressione di essere alla disperata ricerca di un lavoro tanto per tirare avanti fino all’età pensionabile, o perchè vi servono i soldi dello stipendio.

Parliamoci chiaro, le ragioni sono proprio queste, e lo sanno tutti, ma una candidatura utilizza altre regole: dovete dimostrare quello che valete e far sapere all’azienda quali sono i benefici che apporterete, una volta assunti, non i benefici che l’azienda apporterebbe a voi se vi assumesse.

Se invece non siete specializzati in un campo specifico, non riuscite a trovare niente nel vostro campo, o non siete più soddisfatti e desiderate cambiare lavoro o settore, la parola d’ordine in questo caso è reinventarsi!

Come farlo? Ci sono molti modi per reinventarsi, il primo è quello di studiare e di partecipare ad un corso professionale. Può trattarsi di un corso ufficiale, ad esempio i corsi offerti dalla regione ai disoccupati, oppure, una volta scelto il nuovo settore, potete anche studiare da soli per acquisire le nuove competenze.

Rientrare nel mondo del lavoro a 50 anni

Il fatto che al giorno d’oggi una gran fetta della ricerca di lavoro si sia spostata online, non significa che le interazioni umane non siano importanti, tutt’altro!

Sempre più importante è fare personal branding online, tramite ad esempio un profilo Linkedin ben curato, che sia capace di mettere in evidenza la propria esperienza, il proprio percorso e la propria formazione.

Tramite a questo strumento, ma anche partecipando a gruppi virtuali o a eventi di settore, sarà anche possibile fare networking, un’attività spesso trascurata e sottovalutata dai candidati, ma che in realtà è molto importante per stringere nuovi contatti e ampliare le proprie possibilità di trovare lavoro.

In ultimo, anche se non è un vero e proprio consiglio utile, vi auguriamo di pensare positivo e di non buttarvi giù in questo momento difficile. In fin dei conti, non sempre tutto il male vien per nuocere, come si suol dire, e da ogni situazione bisogna cercare di tirarne fuori gli aspetti positivi. Un aspetto positivo di questa situazione potrebbe essere proprio quello di doversi reinventare e quindi di poter trovare la propria vera passione.