Curriculum vitae da Aiuto Cuoco

I migliori consigli per scrivere un CV da aiuto cuoco

Scrivi ora il tuo curriculum da aiuto cuoco

Modello di curriculum vitae da Aiuto Cuoco

Idee e consigli per il curriculum da Aiuto Cuoco

I migliori chef del mondo sono stati, a un certo punto, aiuto cuoco. L’aiuto cuoco è essenziale all’interno della cucina perchè si occupa delle basi della preparazione dei piatti.

Nonostante operi sotto la responsabilità del cuoco, l’aiuto cuoco lavora spesso in maniera completamente indipendente. Pulire e tagliare gli ingredienti, disporre degli strumenti, controllare gli approvvigionamenti, e completare ricette semplici sono tutte mansioni che l’aiuto cuoco porta a termine senza la supervisione dello chef. Per quel che riguarda le ricette più complicate, invece, seguirà le istruzioni del cuoco.

Gli aiuto cuochi sono richiesti in tutti gli stabilimenti in cui si preparano pietanze e si maneggia il cibo. Dai ristoranti alle pasticcerie, dagli stabilimenti commerciali alle mense pubbliche, c’è sempre bisogno dell’aiuto cuoco.

Le persone che sognano una carriera nella ristorazione, però, sono molte. Ecco quindi una guida su come scrivere un CV da aiuto cuoco di successo, che ti farà ottenere colloqui di qualità.

Consigli essenziali per il tuo curriculum vitae

Formato

Ordine cronologico inverso

Design

Semplice e lineare

Foto

No, a meno che non sia richiesto

Come organizzare le sezioni

    Obbligatori:

  • Informazioni personali e di contatto
  • Sommario iniziale
  • Esperienza professionale
  • Formazione
  • Abilità specifiche

    Opzionali:

  • Certificati e qualifiche
  • Lingue
  • Volontariato e hobbies
Lunghezza del CV

1 pagina di formato A4

Formato

La maniera migliore per far risaltare la tua professionalità è quella di puntare il riflettore sulle tue esperienze di lavoro. 

Per questo, il formato in ordine cronologico inverso è quello ideale per il curriculum da aiuto cuoco. Parti dal tuo lavoro attuale o l’ultimo che hai avuto e procedi a ritroso nel tempo.

Design

È sempre meglio errare sul fronte conservativo quando si tratta del design di un curriculum. Limitati a forme e linee semplici e scegli un font professionale. Non usare più di 2 colori. 

Se non sai da dove cominciare, prova un modello di CV da aiuto cuoco già formato. Dovrai solo riempire gli spazi con i tuoi dati.

Foto

Di solito, la foto non è necessaria in un curriculum da aiuto cuoco. Potrebbe però essere richiesta o gradita dal ristorante per cui fai domanda. In questo caso, scegli una foto professionale senza filtri o trucco pesante.

Come organizzare le sezioni

A seconda dei tuoi punti di forza, dovrai organizzare le sezioni del tuo CV da aiuto cuoco in maniera da far risaltare le tue qualità specifiche. 

Magari hai anni di esperienza in cucina o hai studiato un tipo di gastronomia particolare. Se pianifichi bene il curriculum, ti assicurerai che il lettore trovi subito queste informazioni.

Ecco le sezioni obbligatorie per un curriculum da aiuto cuoco:

    • Informazioni personali e di contatto. Non è necessario mettere il tuo indirizzo ma si può aggiungere la città e, se questo è il tuo caso, la disponibilità a spostarsi.
    • Sommario iniziale. Questa è un’introduzione di poche righe che faccia subito risaltare i tuoi punti di forza e le ragioni per cui saresti perfetto per questa posizione.
    • Esperienza professionale. Come spiegato, è meglio scegliere un ordine cronologico inverso. Sii breve, chiaro, e preciso.
  • Formazione. Se hai frequentato una scuola di cucina e fatto corsi di formazione nel settore, questi dovrebbero avere maggior rilievo. Scuola primaria e secondaria (a meno che tu non sia andato all’alberghiero) non sono necessarie.
  • Abilità specifiche. Quella dell’aiuto cuoco è una professione molto pratica. Lascia subito intendere che sai il fatto tuo elencando le capacità che saprai sfruttare al meglio.

A seconda dei casi, poi, si possono aggiungere sezioni facoltative se giocano a tuo favore. Queste potrebbero essere, per esempio:

  • Certificati e qualifiche ma solo se utili nel mondo della ristorazione
  • Lingue, molto utili soprattutto se si lavora in un’area turistica o in un team internazionale
  • Volontariato e hobbies, cerca di sottolineare le abilità che hai sviluppato nel tempo libero ma che possono tornare utili al lavoro

Lunghezza del CV

Il curriculum è un documento breve che verrà letto in pochissimi minuti o addirittura secondi. Per questo va limitato a massimo 1 pagina in formato A4. 

Sezioni di un CV per Aiuto Cuoco

Abbiamo già visto come la divisione in sezioni può aiutarti a focalizzare l’attenzione del lettore sui tuoi lati professionali migliori. Nel caso dell’aiuto cuoco, questi di solito sono le esperienze pregresse, le abilità specifiche, e i premi e certificati.

Andiamo a vedere alcune sezioni fondamentali nel dettaglio.

Riassunto professionali

Il paragrafo introduttivo del CV è un’occasione d’oro per appassionare subito il lettore e fargli venire voglia di sapere di più. È il momento di sfoderare le tue migliori qualità

Concentrati su quello che può fare la differenza tra te e il resto dei candidati. Che siano le tue esperienze internazionali, la tua tecnica in cucina, i premi vinti con altri ristoranti, metti subito sul piatto le cose più importanti.

È anche un buon momento per dire, in poche parole, non solo quello che offri ma quello che cerchi. Potrai ampliare questi concetti nella lettera di presentazione ma lo scopo del CV è quello di far capire che sei l’aiuto cuoco ideale per questo stabilimento specifico, perciò sfruttalo.

Esperienze professionali

La miglior maniera per dimostrare che sai fare un lavoro è quella di poter dire di averlo già fatto. Le responsabilità di un aiuto cuoco cambiano molto a seconda della struttura in cui si lavora. Per questo, è fondamentale inserire le esperienze professionali nella maniera più efficace possibile.

Abbiamo già spiegato come si debba procedere in ordine cronologico inverso e come si debba essere precisi nello scrivere le date e i nomi dei ristoranti. 

Quando si tratta di spiegare le proprie mansioni, però, non limitarti a fare un elenco trito degli ingredienti che devi preparare ogni giorno. Parla, invece, di dati e risultati. Ecco degli esempi:

  • Aumento della produttività e velocità di preparazione
  • Assistenza nella creazione di nuove ricette e menu
  • Introduzione di nuovi sistemi di stoccaggio o lavoro in team
  • Premi vinti dal ristorante

Vocabolario specifico e consigli di redazione

Per dimostrare di essere uno degli addetti ai lavori, non c’è niente di meglio di usare un vocabolario specifico e parole-chiave nel CV da aiuto cuoco. Lascia che il documento parli per sé. 

Un aspetto fondamentale del curriculum è quello della leggibilità. Pensa sempre che devi facilitare la vita al lettore e non fargli perdere tempo cercando le informazioni di cui ha bisogno.

Puoi quindi usare strategie utili per rendere il documento snello e facilmente accessibile:

  • Usare grassetto e corsivo
  • Aggiungere elenchi puntati e numerati
  • Preferire frasi e paragrafi brevi
  • Separare bene le sezioni e usare titoli e sottotitoli

Parole-chiave da usare

  • Ingredienti
  • Controllo di qualità
  • Aiuto
  • Lavoro in team
  • Preparazione
  • Stoccaggio
  • Igiene
  • Creazione
  • Stazione di lavoro
  • Magazzino
  • Pulizia
  • Coltelli
  • Ordini
  • Accuratezza
  • Strumenti
  • Tecnica

Verbi d'azione

  • Tagliare
  • Cucinare
  • Controllare
  • Etichettare
  • Sfilettare
  • Impiattare
  • Igienizzare
  • Affettare
  • Pulire
  • Comunicare
  • Ordinare
  • Lavare
  • Preparare
  • Assistere
  • Ricevere
  • Scaricare

Esempi di CV per Aiuto Cuoco

Per candidarsi come aiuto cuoco

Aiuto cuoco con 2 anni di esperienza nel settore turistico. Grande manualità e capacità di lavorare in gruppo per completare la preparazione di un gran numero di coperti.

  • Abituato a gestire priorità multiple in un ambiente rapido e con molto lavoro
  • Esperienza in cucina e magazzino, buona forma fisica per sollevare pesi
  • Preparazione fino 120 coperti
  • Attitudine positiva e collaborativa, rapido nell’eseguire gli ordini
Scarica ora il tuo CV da aiuto cuoco
  • Diplomato
    alla scuola di cucina Bartlett
  • Vincitore
    del premio miglior primo piatto alla sagra annuale di Ciani
  • Lingue:
    italiano, inglese e tedesco
  • Automunito

Per candidarsi come aiuto cuoco

Aiuto cuoco con esperienza in diversi settori cerca l’opportunità di imparare da chef di alto livello. Serio e creativo, concentrato sui risultati e sul successo del proprio stabilimento.

  • Responsabile di tagli e sfilettature
  • Capace di lavorare in qualunque stazione di cucina, dalle insalate ai dolci
  • Esperienza in ristoranti premiati
  • Volontariato bisettimanale nella mensa sociale dell’ARCI locale

 

Crea un curriculum da aiuto cuoco di successo
  • 5 anni
    di esperienza
  • Eccellente
    controllo di coltelli e macchine affettatrici 
  • Esperienza
    in preparazione di piatti principali e pasticceria
  • Appassionato
    di cucina mediterranea e francese